Febbraio, il mese magico della vendemmia in Sudafrica

Febbraio è un mese magico a Cape Town. Il vento si attenua, l'intensità del caldo di gennaio si mitiga e tutt'intorno le persone vivono questa incredibile atmosfera. Febbraio è soprattutto il mese della vendemmia in Sudafrica: in questo mese la natura porta a compimento il processo che ha costruito nella vigna durante l’anno, con il prezioso intervento dell’uomo.

La raccolta è un’arte nelle regioni vinicole intorno a Cape Town. Protagonisti sono la passione e la competenza di due figure importantissime per ogni cantina sudafricana: viticoltore ed enologo, che decidono insieme il preciso momento in cui l’uva è perfettamente pronta per essere raccolta.

Scienza e gusto guidano la raccolta affinché la dolcezza, il sapore e l’acidità delle uve siano ottimali.

 

Le condizioni invernali del 2021 in Sudafrica sono state eccellenti, caratterizzate da periodi di freddo anche sopra la media - come testimoniano le frequenti nevicate sulle cime delle montagne - insieme a precipitazioni superiori alla norma che hanno alimentato le falde acquifere. La primavera fresca e umida ha dato vita ad un germogliamento leggermente più tardivo del solito, ma costantemente buono e uniforme. Il clima fresco ha ritardato la crescita iniziale, ma la maggior parte delle viti ha recuperato durante la fioritura.

In questo mese di febbraio tutte le cantine sudafricane sono al lavoro per raccogliere le uve nel momento ottimale della loro maturazione. C'è sempre un grande entusiasmo nelle vigne in questo periodo; spesso le squadre di raccolta sono impegnate molte ore al giorno per sfruttare al massimo le migliori condizioni di maturazione delle uve, ma vivono il lavoro con eccitazione e grande coinvolgimento. Tutti sanno che il successo del vino incomincia proprio dalla vendemmia, non solo in Sudafrica.

La raccolta inizia al mattino presto (il caldo di febbraio diventa alcune volte intenso durante la giornata) ed è generalmente effettuata a mano. Questo aiuta a raccogliere l'uva della migliore qualità, senza danneggiare i grappoli. L'uva viene poi rovesciata sul tavolo di cernita, e quella poco matura o troppo matura viene scartata. I grappoli migliori vengono inviati in ceste alla cantina dove li aspettano i processi di pigiatura, fermentazione e affinamento che produrranno i vini dell’annata.

Febbraio e marzo sono i mesi migliori per visitare le cantine sudafricane, dove si percepisce una genuina energia positiva.

Il calendario degli eventi enogastronomici degli ultimi 2 anni è stato stravolto, mettendo a dura prova la tradizionale organizzazione delle feste del raccolto. Quest'anno, tuttavia, molti sono gli eventi organizzati per festeggiare i mesi più attivi per le zone vinicole Sudafricane.

Per esempio, fino al 23 marzo Stellenbosch ospita le sue Street Soirées annuali, una serie di rilassanti degustazioni enogastronomiche serali, in una strada chiusa e dedicata all'evento.

A tutti dunque l’augurio che il 2022 sia un’annata fantastica e produca l’ottimo vino Sudafricano a cui questa generosa terra ci ha abituati.

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.

Vai ai nostri vini sudafricani