Collezione: Vini dal Sudafrica

Il vino in Sudafrica, le origini 

La storia enologica in Sudafrica ha inizio con l’arrivo dall’Europa dei primissimi coloni, verso la metà del ‘600. 

A quel tempo il giovane chirurgo olandese Jan van Riebeek (divenuto poi Governatore) intuì la necessità di fare trovare vino e distillati agli equipaggi della Compagnia delle Indie Olandesi, in sosta a Capo di Buona Speranza ed in rotta verso l'estremo oriente. Fece così arrivare alcune viti di Chenin Blanc dalla Francia e di Moscato da Alessandria (Italia) e, dopo diversi tentativi, nel 1659 fece registrare la prima produzione di vino in Sudafrica. Nel suo diario alla data del 2 febbraio 1659 si trova scritto: “…. oggi, sia lodato il Signore, per la prima volta abbiamo fatto vino con le uve del Capo”.

Il successivo Governatore, Simon Van der Stel, giunse in Sudafrica nel 1679 e poco dopo fondò a Constantia (a Stellenbosch - Cape Town) la prestigiosissima cantina Klein Constantia. Dopo la revoca dell'Editto di Nantes (1685), arrivarono a Città del Capo circa 200 rifugiati ugonotti Francesi protestanti, in fuga dalle persecuzioni religiose nel loro Paese. Questi portarono a Constantia tutta la loro esperienza delle pratiche enologiche. Fu così che quei vini diventarono gli unici del cosiddetto “Nuovo Mondo” a sfidare i vini prodotti in Europa, e restarono i preferiti per molti anni dalle Corti Reali. Lo stesso Napoleone, in esilio all'isola di Sant'Elena, ordinava i vini di Constantia.

I vini sudafricani oggi 

Attualmente le uve coltivate nel Paese sono quasi tutte di origine Francese, mentre locale è il Pinotage, un incrocio fra Pinot Nero ed Hermitage (termine con cui era conosciuto il vitigno Cinsaut). Il vitigno fu creato nel 1925 nella Facoltà di Enologia di Stellenbosch e la popolarità di quest'uva è oggi un innegabile segno di riconoscimento e distinzione del Sudafrica. La zona più importante per la produzione di Pinotage è quella che coincide con le origini enologiche del Sudafrica: la parte del Capo di Buona Speranza, la cui latitudine corrisponde, dall’altra parte dell’Equatore, a quella di Tripoli.

I vitigni bianchi più coltivati in Sudafrica sono Chenin Blanc, conosciuto localmente come Steen, Chardonnay ed Sauvignon Blanc. 

Tra i vitigni rossi si distinguono, oltre al Pinotage, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah, che in Sudafrica è chiamato Shiraz. 

I migliori vini bianchi dal Sudafrica: Jordan Wine Estate

Le migliori cantine sudafricane

  • Robert Parker vini sudafricani Anthonij Rupert

    90/100 …e oltre! L’eccellenza dei vini Anthonij...

    La wine estate sudafricana Anthonij Rupert La cantina Anthonij Rupert, situata nella prestigiosa regione vinicola di Franschhoek in Sudafrica, è un esempio di eccellenza enologica riconosciuta a livello internazionale. La...

    90/100 …e oltre! L’eccellenza dei vini Anthonij...

    La wine estate sudafricana Anthonij Rupert La cantina Anthonij Rupert, situata nella prestigiosa regione vinicola di Franschhoek in Sudafrica, è un esempio di eccellenza enologica riconosciuta a livello internazionale. La...

  • The Bernard Series Bush Vine Pinotage: un esempio di eccellenza nella coltivazione ad alberello

    The Bernard Series Bush Vine Pinotage: un esemp...

    In occasione della giornata dedicata al Pinotage (14 ottobre 2023), vogliamo presentarvi un vino di particolare interesse: The Bernard Series Bush Vine Pinotage 2018 prodotto dalla rinomata cantina Bellingham. Questo...

    The Bernard Series Bush Vine Pinotage: un esemp...

    In occasione della giornata dedicata al Pinotage (14 ottobre 2023), vogliamo presentarvi un vino di particolare interesse: The Bernard Series Bush Vine Pinotage 2018 prodotto dalla rinomata cantina Bellingham. Questo...

  • Pinotage, il Sudafrica nel bicchiere

    Pinotage, il Sudafrica nel bicchiere

    La storia del Pinotage inizia con il suo creatore, il Professor Abraham Izak Perold (1880–1941), laureato in matematica, fisica e chimica. Nel 1906 la provincia del Capo inviò Perold in...

    Pinotage, il Sudafrica nel bicchiere

    La storia del Pinotage inizia con il suo creatore, il Professor Abraham Izak Perold (1880–1941), laureato in matematica, fisica e chimica. Nel 1906 la provincia del Capo inviò Perold in...

1 su 3